Cipollini battuto in volata dal Fisco
14/01/2008 8.41.00
Non deve essere stato piacevole per il campione di ciclismo Cipollini essere battuto in volta dal fisco, proprio il suo nemico più insidioso. Il «Re Leone» aveva scelto la residenza nel Principato di Monaco, come altri suoi colleghi sportivi e Vip, «dimenticando» di versare le imposte al fisco italiano. E ha «ingenuamente» intestato al padre, che è in una casa di riposo, ben tre auto e una moto di potente cilindrata, con le quali il vecchietto si sarebbe potuto divertire per spezzare la monotonia quotidiana. Ma il fisco non ci è cascato. La rocca dei Ranieri e altre residenze estere, hanno una forte attrattiva per i vip nostrani, da Rossi a Capirossi fino a Tomba. Bisogna capirli, questi poveri Vip, in Italia si sentono incompresi, mentre votandosi al credo monegasco, o al fumo di Londra, riescono ad evitare eventuali depressioni da tasse, patologia molto diffusa tra loro. La colpa più grave di SuperMario è stata quella di non seguire i consigli del ministroPadoa-Schioppa: «le tasse sono una cosa bellissima» e ha perso una tappa che gli costerà molto cara. La Gazzetta del Mezzogiorno - 14.1.2008 - 1ª pag.
Felice de Sanctis
Copyright© 2006 Felicedesanctis.it .Tutti i diritti riservati. Powered By Pc Planet